Ufficiali di Gara, un'eccellenza territoriale

14-09-2021 13:53 -

Loro sono Gabriel De Souza, Gaia Fornicelli, Edoardo Bagnati, Marika Bessone, Antonella Carelli, Matteo Bergamini, Erisa Gashi e Daniele Russo e hanno due cose in comune: sono giovanissimi (tutti under 22) e hanno scelto di diventare Arbitri di pallavolo FIPAV. Una decisione delicata per il peso del ruolo ma altrettanto coraggiosa. Per diventare un buon Arbitro occorrono infatti una buona dose di carattere, una fortissima vocazione, impegno e costanza: tutte doti non sempre scontate a quell'età.

Una strada impegnativa insomma, intrapresa poco dopo aver compiuto 16 anni, che li ha portati però in poco tempo a maturare un'esperienza pregna di valori sportivi (sono quasi tutti Arbitri di Ruolo Regionale) e a sviluppare un rapporto serio e professionale di crescita e di confronto con i propri Colleghi che si riflette positivamente anche nella vita di tutti i giorni. Senza dimenticare di togliersi qualche soddisfazione. Queste/i ragazze/i infatti non si accontentano più di vivere l'esperienza arbitrale nei contesti territoriale e regionale ma sognano di calcare i palcoscenici della Serie A e, perché no, anche quelli del volley internazionale.

Un sogno che è tutt'altro che irrealizzabile vista la loro giovane età, l'entusiasmo e la professionalità che dimostrano sui campi e l'attaccamento al gruppo. Ennesima dimostrazione dell'eccellenza territoriale in questo campo.


Fonte: Ufficio Stampa FIPAV T.S.T.